COME STERILIZZARE I BARATTOLI PER LE CONSERVE

Oggi in pochi passaggi spiegherò come sterilizzare i barattoli per le conserve. Tutto l’anno, sopratutto in estate, usando la frutta e verdura di stagione, possiamo preparare conserve e marmellate davvero deliziose. Passata o pomodori pelati, carciofi e funghi sott’olio, marmellata di arance, confettura di fragole, insomma le possibilità sono  infinite! Ma ogni conserva e marmellata che si rispetti parte sempre dalla sterilizzazione di barattoli e coperchi. Questa è un operazione da fare con cura e da non prendere alla leggera, perché se i barattoli non sono ben sterilizzati,  non solo rischiamo di buttare i cibi, ma possono fare male alla nostra salute. Anche se  sembra complesso, in realtà sterilizzare i barattoli è davvero facile, basta seguire qualche semplice passaggio. Vediamo insieme come sterilizzare i barattoli così da potere fare delle conserve e marmellate sicure.

COME STERILIZZARE I BARATTOLI IN PENTOLA

Per prima cosa vediamo quali sono i barattoli e i vasetti da utilizzare per fare le conserve. Possiamo riciclare dei vecchi barattoli di sughi o marmellate, ovviamente lavandoli per bene ed eliminando la vecchia etichetta. Possiamo anche comprare dei barattoli e dei vasetti specifici per conserve, che sono in vendita in tutti i negozi di casalinghi per pochi euro. Qualsiasi siano i barattoli in vetro scelti sono riutilizzabili all’infinito! I coperchi con capsula per sotto vuoto si vendono sempre nei negozi di casalinghi per pochi euro, sono però monouso e da sostituire ogni volta che si vuole fare una nuova conserva. In una pentola capiente adagiamo sul fondo uno strofinaccio, posizioniamo i barattoli e i coperchi, quindi riempiamo con acqua fino a ricoprirli del tutto. Mettiamo la pentola sul fuoco e dal momento del bollore facciamo passare 15 minuti. Il canovaccio che abbiamo sistemato nella pentola eviterà che i barattoli si rompano durante la bollitura. Passati i 15 minuti di bollitura, aiutandoci con una pinza per non scottarci, rimuoviamo dall’acqua i barattoli e i coperchi e mettiamoli su uno strofinaccio pulito ad asciugare. Prima di utilizzarli aspettiamo che siano completamente asciutti. I barattoli e i coperchi sono adesso sterilizzati e pronti per le nostre conserve!

COME STERILIZZARE I BARATTOLI IN FORNO

Un altro metodo di sterilizzazione è mediante il forno. Mettiamo i barattoli in forno preriscaldato a 130 gradi per circa 30 minuti. Passata la mezz’ora di “cottura” in forno lasciamo raffreddare i barattoli, e finalmente sono pronti per essere utilizzati! I coperchi utilizziamoli sempre nuovi, non occorre sterilizzarli. I due metodi di sterilizzazione che  abbiamo visto fino ad ora, ovvero in pentola e in forno, sono equivalenti, quindi valutiamo qual è il più adatto alle nostre esigenze.

…E IN MICROONDE?

Anche se non è il mio metodo di sterilizzazione preferito, è possibile sterilizzare i barattoli nel forno a microonde. Il grosso limite del  microonde è che i coperchi in metallo non possono essere sterilizzati. Come tutti sappiamo infatti tutti gli oggetti in metallo non possono essere messi nel microonde! Per i vasetti in vetro basta riempirli a metà d’acqua, inserirli nel microonde e “cuocere” alla massima potenza fino all’ebollizione. Dopo un paio di minuti, tiriamo fuori dal microonde i barattoli, buttiamo l’acqua e facciamoli asciugare, ed eccoli perfettamente sterilizzati. E i tappi?  Bisogna comunque bollirli o metterli in forno, quindi a questo punto meglio usare i due metodi spiegati prima!

L’IMBUTO PER CONSERVE

Anche se stiamo parlando di sterilizzazione, se fare conserve e marmellate è la nostra passione consiglio di usare un imbuto specifico. L’imbuto per conserve è un normale imbuto ma senza il beccuccio finale. Quando riempiamo i barattoli con le nostre conserve, è importante non sporcare i bordi del vasetto, perché durante la conservazione potrebbero crearsi delle muffe, quindi l’imbuto per conserve è davvero una manna dal cielo! Gli imbuti per conserve sono venduti per pochi euro in tutti i negozi di casalinghi ma, se non riusciamo a trovarli, possiamo usare un classico imbuto tagliando il beccuccio finale.

CONCLUSIONI

Dopo avere messo i nostri alimenti nei vasetti sterilizzati, valutiamo ricetta per ricetta come concludere il processo di conservazione. Alcune ricette infatti, sopratutto quelle con alimenti caldi non prevedono altre operazioni. Altre ricette, invece, prevedono la bollitura dei vasetti anche dopo essere stati riempiti. In linea di massima posso dire che la bollitura dei vasetti riempiti prolunga di molto i tempi di conservazione. Ora che sappiamo com’è facile sterilizzare i vasetti, non ci rimane che metterci ai fornelli e preparare delle conserve e marmellate deliziose!

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!