COME CURARE IL GIARDINO IN AUTUNNO

L’autunno è un periodo importante per la natura: l’aria si fa frizzante, le giornate si accorciano, il sole è tiepido. Soprattutto, piante e arbusti si preparano ad affrontare il gelo delle settimane più fredde. È importante sapere come curare il giardino in autunno proprio per godere degli ultimi frutti e garantirne la sopravvivenza invernale.

Prato e orto necessitano, infatti, delle ultime attenzioni prima del riposo. Ci sono gli ortaggi da raccogliere, il terreno da preparare per quelli tardivi e, come sempre, le erbacce da estirpare. Sappi anche che proprio le cure di queste settimane al giardino, orto e frutteto sono fondamentali per la raccolta primaverile. Su le maniche, allora, e via con i nostri consigli per curare il giardino in autunno.

 

Rigenerare il prato

Alla fine della stagione estiva, il tuo prato potrebbe essere diventato rado, essersi rovinato o ingiallito per l’aridità. Ecco, settembre e ottobre sono mesi adatti per rigenerarlo. Continua a irrigarlo e a concimarlo regolarmente, estirpando le piante infestanti e quelle stagionali. Inoltre, taglia l’erba in modo che abbia un’altezza tra 2 e 2,5 cm ed elimina quella tagliata con il rastrello.

Procedi, quindi, con il concime e, se necessario, distribuisci nuovi semi per rinfoltire il prato. Segui sempre le dosi consigliate e suddividi uniformemente la tua semina. Alla fine schiaccia per bene il terreno in modo che i semi siano ben aderenti al suolo. Concima con abbondanza e irriga tutto il terreno. Ripeti la concimazione dopo qualche settimana: è il modo migliore per curare il giardino in autunno.

 

Aiuole e piante da potare

Per quanto riguarda le aiuole puoi ancora godere delle ultime fioriture ma anche prepararle a quelle di primavera. Dopo una bella zappata, interra i primi bulbi in uno strato di terreno ben ammorbidito che le riparerà dal freddo invernale. Bagna in abbondanza e usa il concime adeguato al tipo di terriccio.

L’autunno è anche il mese adatto per piantare nuovi arbusti, preparare talee e potare i tuoi alberi. Per prima cosa, pulisci le piante sempreverdi eliminando rami vecchi e fiori ormai appassiti. Abbi cura di dare una forma piacevole e compatta alla pianta in modo che la sua crescita sia omogenea. Sulle porzioni tagliate più ampie procedi alla sigillatura con del mastice anti fungo. In questo modo eviterai anche uno stress eccessivo alle tue piante. Il consiglio della nonna? Potare sempre in fase di luna calante!

 

Cosa raccogliere e cosa seminare

Curare il giardino in autunno significa anche raccogliere frutta e verdura di stagione dall’orto. In questo mese, infatti, trovi pomodori, peperoni, meloni, patate, zucche, carote, cavoli, verze, bietole, zucche, piselli e cetrioli. Inoltre, è il momento giusto per seminare rucola, prezzemolo, ravanelli, valeriana, spinaci, cicoria, radicchio, barbabietole, lattuga e indivia.

Per quanto riguarda i fiori puoi colorare le fioriere piantando i settembrini oppure la Veronica, ideale per giardini e balconi. Ricorda, in questo caso, che è necessario del terreno acido e una posizione ben soleggiata ma riparata nelle ore centrali. Inoltre, puoi già piantare bulbi di fiori per la primavera come margherite e non ti scordar di me. E ancora, viole del pensiero, bocche di leone, papaveri, alisso, godezia e centaurea.

Raccogli i semi autunnali

Un’altra operazione da compiere tra settembre e ottobre è raccogliere i semi delle piante che fioriscono in autunno come le petunie. Non dovrai far altro che mettere i semi in una bustina di carta dopo averli fatti cadere smuovendo la pianta. Dividi ogni specie per tipologia: ti eviterà di confondere le semine quando in primavera li metterai a dimora. Indica, non solo la specie, ma anche il colore dei fiori e il giorno in cui hai raccolto i semi. Per conservarli al meglio riponili in un luogo fresco e asciutto dopo averli fatti seccare. Pronta?

Buon lavoro in giardino!

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!