Come riutilizzare l’acqua della pasta

Come riutilizzare l’acqua della pasta

Pubblicità

La prossima volta che cuociamo la pasta non gettiamo via l’acqua di cottura! Non soltanto perché è un peccato sprecarla, ma anche perché l’acqua che utilizziamo per cuocere la pasta, oppure il riso, può essere infatti riciclata per diversi utilizzi. E, grazie all’amido e ai sali minerali che contiene diventare molto preziosa, in cucina e non solo! Oggi, allora, voglio suggerirvi come riutilizzare l’acqua della pasta.

Per cuocere di nuovo, per esempio cottura a vapore

La prima cosa che si può fare con l’acqua della pasta è riutilizzarla per cuocere di nuovo. Per esempio, riportandola a bollore, si può utilizzare per cuocere a vapore alimenti come le verdure, oppure il pesce, come il merluzzo.

Per l’ammollo di legumi e cereali

Un altro modo per riciclare l’acqua della pasta è utilizzarla per l’ammollo di legumi e cereali. Senza dover aprire di nuovo il rubinetto con altra acqua, possiamo semplicemente metterci dentro fagioli, lenticchie, ceci per una notte. Mi raccomando: l’acqua riciclata e utilizzata per l’ammollo non va bene per la cottura.

Pubblicità

Minestroni, zuppe e vellutate

10 RICETTE DI ZUPPE E VERDURE DA PROVARE

Un riciclo facile facile per l’acqua della pasta è quello di riutilizzarla come base per preparare nuovi minestroni, zuppe oppure delle gustose vellutate! Bisogna stare attenti, però, a dosare bene il sale, perché l’acqua della pasta è stata già salata in precedenza.

Impastare il pane e i lievitati

L’acqua della pasta si può utilizzare anche per impastare pane, pizza, focacce, torte salate. I lievitati, insomma! Anche qui, però, bisogna stare attenti con il sale. E, se è necessario, allungarla con dell’acqua non salata.

Sgrassare i piatti sporchi

L’amido contenuto nell’acqua della pasta è perfetto per sgrassare pentole, piatti e bicchieri! Per questo, l’acqua di cottura si può riciclare anche per lavare i piatti. Tutto quello che dobbiamo fare è versarla nel lavello, lasciare ammollo pentole e piatti nell’acqua ancora calda e aspettare qualche minuto. Dopo basterà dare una passata di spugna e poco sapone per averli puliti e perfettamente brillanti!

Pubblicità

Per la pasta di sale

Con i bimbi in casa, l’acqua di cottura della pasta si può anche riutilizzare per preparare la pasta di sale e fare insieme qualche lavoretto. Per realizzarla, infatti, servono soltanto 1 tazza di sale fino, 2 tazze di farina e 1 tazza d’acqua tiepida. E il gioco è fatto!

Per un pediluvio nutriente

L’amido contenuto nell’acqua di cottura della pasta o del riso è perfetto anche per preparare un rilassante pediluvio! Basta aggiungere all’acqua tiepida del sale grosso e qualche goccia di olio essenziale a scelta per ammorbidire la pelle.

Innaffiare le piante, l’orto e il giardino

come coltivare le piante grasse in casa

Infine, l’acqua di cottura della pasta si può anche riutilizzare per innaffiare l’orto, le piante in casa, in terrazzo oppure il giardino. Ma attenzione: si può usare solo se non è stata salata! Basta farla freddare, metterla in un annaffiatoio e procedere a innaffiare le piante come abbiamo sempre fatto.

Pubblicità

Pubblicità

Commenti (2)

Scrivi un commento
  • Daniela

    Saperne sempre di più apre la mente e crea nuovi orizzonti per essere rispettose per l’ambiente
    Uso un sapone biologico con cui lavo i panni , l’acqua poi la verso per bagnare e concimare le piante

    22 Aprile 2022 Rispondi

  • Maria Antonietta Càssaro

    Sapevo già qualcosa sull’acqua di cottura ma ora ne so di più
    Anche mia madre usava l’acqua di cottura per lavare i piatti

    21 Aprile 2022 Rispondi

Pubblicità

Benedetta Rossi

Come riutilizzare l’acqua della pasta

Torna su