Pesche tabacchiere: caratteristiche e usi in cucina

Pesche tabacchiere: caratteristiche e usi in cucina

Pubblicità

Le pesche tabacchiere si riconoscono subito: sono piuttosto piccole, hanno una forma leggermente schiacciata, la polpa bianca e dolce e sono profumatissime. Si chiamano così, semplicemente, perché ricordano una tabacchiera, ma sono conosciute anche come pesche saturnine: c’è una certa somiglianza con il pianeta Saturno! Buonissime e versatili in cucina, possiedono numerose proprietà che si rivelano benefiche per la nostra salute. Che ne dite di conoscerle meglio?

Come conservare le pesche tabacchiere

L’unico difetto (se così può essere definito) delle pesche tabacchiere è che sono facilmente deperibili, come le altre varietà di pesche. Si conservano in frigo, ma non durano più di 3-4 giorni. Sono molto delicate, ci mettono poco a guastarsi. Il consiglio è di non metterle nel frigorifero prima che siano mature, altrimenti il loro sapore finisce per alterarsi.

Utilizzi delle pesche tabacchiere in cucina

ghiaccioli pesca e yogurt

Vediamo come ora come usare le pesche tabacchiere in cucina. Dolci e succulente, sono innanzitutto perfette per preparare gelati, ghiaccioli e sorbetti casalinghi: il risultato conquista tutti!

Pubblicità

TORTA CON AMARETTI E PESCHE SCIROPPATE

Si può scegliere tra moltissimi dolci da forno fatti in casa: la combinazione pesca e cioccolato è magnifica! Poi ci sono le crostate, tra cui quella con pesche e amaretti e la crostata ricotta e pesche.

Tra i dolci più freschi, ideali per l’estate, ci sono sicuramente il tiramisù alle pesche, la cheesecake e la mousse alle pesche.

Sapete che le tabacchiere possono essere utilizzate anche per la preparazione di piatti salati? Tanto per cominciare, basta aggiungerle agli ingredienti delle nostre insalate preferite: per esempio si sposano bene con il songino, la rucola, le noci, i ceci, la feta.

E poi accompagnano egregiamente altri formaggi e latticini, tra cui il gorgonzola, il caprino, la burrata; per quanto riguarda quest’ultima, provate l’accoppiata con le pesche grigliate: per un antipasto goloso e fuori dagli schemi! Le pesche si sposano bene anche con il salmone affumicato, i gamberi, il pesce spada, la carne di agnello, di pollo e di maiale. La prossima volta che cucinate i bocconcini di pollo all’arancia o il maiale in agrodolce, per esempio, unite anche una pesca a pezzetti.

Pubblicità

Le proprietà delle pesche tabacchiere

Pur essendo zuccherine, le pesche contengono poche calorie: circa 20 per 100 grammi. Sono ricche di acqua e fibre vegetali, ma anche di sali minerali (soprattutto potassio e ferro), acido folico, vitamina A e C.

I benefici per la nostra salute

In virtù della loro composizione e delle proprietà, le pesche tabacchiere sono preziose per il benessere del nostro organismo. Fanno bene agli occhi e alle pelle, contrastano l’azione dei radicali liberi e quindi i processi di invecchiamento; danno senso di sazietà e favoriscono la regolarità delle funzioni intestinali. In più, contribuiscono a idratare l’organismo e svolgono un’azione diuretica e depurativa. Tutto questo, naturalmente, vale soprattutto se le consumiamo con la buccia e crude.

Proprio per via dell’elevata percentuale di acqua, sono rinfrescanti e rigeneranti. Un vero toccasana, nelle calde giornate estive!

Presente in

Pubblicità

Pubblicità

Commenti

Ancora nessun commento pubblicato.

Pubblicate il primo commento e ditemi se il mio consiglio vi è stato utile: mi scrivete e mi fate sapere se voi avete provato altro?

Scrivi un commento

Pubblicità

Redazione

Pesche tabacchiere: caratteristiche e usi in cucina

Torna su