Red velvet

La versione “furba”, facile e veloce, del famoso e buonissimo dolce americano a base di pan di Spagna rosso e crema al formaggio.

Fatto in casa per voi
Discovery Real Time Food Network
Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
15
Facilità
standard
Pronto in
45 minuti

Pubblicità

La red velvet è un dolce statunitense molto famoso in tutto il mondo, che deve il suo nome al colore rosso del pan di Spagna che ne compone la base. È una torta stratificata e farcita che può essere decorata in modi diversi e a seconda dell’esperienza e della manualità di chi la prepara.

Anche Benedetta ha la sua ricetta della torta red velvet, ed è una ricetta “furba”: facile e veloce da preparare, è pensata per dare alla nostra torta la forma che desideriamo grazie alla teglia furba da 35 x 35 centimetri. Volendo, possiamo infatti tagliare il quadrato di pan di Spagna in tante forme differenti e realizzare torte furbe sempre diverse.

Red velvet: la versione furba di Benedetta

La red velvet di Benedetta è una torta dall’aspetto particolarmente scenografico, ma semplicissima da realizzare e alla portata di tutti. Ci basterà preparare un finto latticello, una base di pan di Spagna rosso e una crema al formaggio per servire un dolce davvero spettacolare e golosissimo!

Pubblicità

La ricetta originale della red velvet cake prevede che si usi il latticello, ovvero un liquido ottenuto dalla trasformazione della panna in burro, dal sapore leggermente acidulo e usato in molte ricette made in Usa. Non è semplice trovare questo ingrediente in commercio, e non se non ce la sentiamo di prepararlo in casa, possiamo sempre fare il finto latticello, proprio come ha fatto Benedetta, semplicemente mescolando yogurt magro, latte e un po’ di succo di limone.

red velvet
Red velvet furba

Consigli

Per la base di pan di Spagna, invece, ci servirà anche del colorante alimentare rosso così da dare alla torta red velvet il suo classico colore. Per aiutare la lievitazione aggiungiamo all’impasto anche del bicarbonato e dell’aceto, ma non preoccupiamoci: a fine cottura il sapore dell’aceto non si sentirà assolutamente. Se però non ci va di usarlo, possiamo sostituirlo con del succo di limone.

Quando mettiamo l’impasto nella teglia, poi, livelliamolo bene con una spatola così da formare un quadrato preciso. Una volta cotto, tagliamolo in quattro parti uguali aiutandoci con un righello lungo per essere precisi. Sarà fondamentale per riuscire ad assemblare al meglio la nostra torta.

Pubblicità

Una volta spalmata la crema al formaggio anche sui lati oltre che tra gli strati, usiamo un pettinino da pasticceria per fare delle righe decorative. Non abbiamo il pettinino? Nessun problema: ci basterà usare una forchetta.

La red velvet è una torta perfetta per essere gustata al termine di un appuntamento romantico o di una cenetta per festeggiare San Valentino, soprattutto se la decoriamo, come ha fatto Benedetta, con fiocchetti di raso rosso e cuoricini di zucchero.

Curiosi di provare a farla? Forza, rimbocchiamoci le maniche e cominciamo subito!

Preparazione
25 minuti
Cottura
20 minuti
Tempo totale
45 minuti

La nostra cucina

Un libro intimo a cui ho lavorato tanto fatto di ricette e con le vostre storie

Ingredienti

Dosi per persone 6 persone

per il finto latticello

  • 125 g yogurt bianco magro
  • 135 g latte
  • 1 cucchiaio succo di limone

per il pan di spagna

  • 3 uova
  • 200 g zucchero
  • 180 g olio di semi di girasole
  • 10 g cacao amaro
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • 1 cucchiaio colorante rosso in gel
  • 280 g farina 00
  • 1 cucchiaio aceto
  • 4 g bicarbonato

per la crema

  • 150 g mascarpone
  • 500 ml panna zuccherata
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 6 persone)

Pubblicità

Cuciniamo

Red velvet - Step 1

Per preparare la red velvet furba iniziamo dal finto latticello: in una ciotola uniamo lo yogurt bianco magro, il latte e il succo di limone. Mescoliamo e lasciamo riposare per una decina di minuti.

Red velvet - Step 2

Dedichiamoci al pan di Spagna per la base: in una ciotola rompiamo le uova, aggiungiamo lo zucchero e iniziamo a frullare.

Red velvet - Step 3

Incorporiamo l’olio di semi di girasole e il finto latticello.

Red velvet - Step 4

Uniamo la farina poco alla volta, continuando a mescolare.

Red velvet - Step 5

Versiamo anche il cacao amaro, l’estratto di vaniglia, il colorante rosso e frulliamo ancora.

Red velvet - Step 6

Aggiungiamo anche l’aceto e il bicarbonato per ultimare l’impasto.

Red velvet - Step 7

Versiamo l’impasto in una teglia bassa da 35 x 35 centimetri ricoperta da carta forno e livelliamo bene aiutandoci con una spatola. Cuociamo la base per 15-20 minuti a 170°C in forno ventilato o a 180°C in forno statico.

Una volta pronta, lasciamola raffreddare.

Red velvet - Step 8

Passiamo alla crema al formaggio: frulliamo il mascarpone con la panna già zuccherata. Poi uniamo anche l’estratto di vaniglia.

Pubblicità

Red velvet - Step 9

Riprendiamo il pan di Spagna. Mettiamo un foglio di carta forno sul piano, ribaltiamo la base e togliamo il foglio di carta forno che stava sotto.

Red velvet - Step 10

Prendiamo un righello lungo e, con un coltello, ricaviamo quattro parti uguali.

Red velvet - Step 11

Assembliamo la torta creando degli strati con il pan di Spagna e la crema al formaggio.

Red velvet - Step 12

Rifiniamo bene la torta da tutti i lati, ricoprendola di crema, e facciamo delle righe usando un pettinino da pasticceria o una forchetta. Lasciamo riposare la torta in frigorifero.

Red velvet - Step 13

Intanto prepariamo la decorazione: prendiamo un nastro di raso rosso e tagliamone un pezzetto di circa 20-25 cm. Aiutandoci con le punte di un forchettone, creiamo i nostri fiocchetti.

Red velvet - Step 14
Red velvet - Step 15

Riprendiamo la torta e decoriamo con i fiocchetti di raso sui lati; con il nastro avanzato facciamo un giro intorno. Infine, mettiamo sopra dei cuoricini di pasta di zucchero.

Red velvet - Step 16

Ecco pronta la nostra bellissima e golosa red velvet furba!

Red velvet - Step 17

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Redazione

Red velvet

Torna su