COME ORDINARE I CASSETTI DELLA CUCINA

La cucina è solitamente l’ambiente più vissuto di casa. Questo significa che tendiamo a riempirlo con molti oggetti e, quindi, a generare disordine. Dalle stoviglie agli utensili, dalle pentole ai piatti, armadi e cassetti in cucina possono diventare un vero incubo. Per avere una stanza funzionale, in cui poter trovare subito ciò che ci serve, l’organizzazione è la prima arma.

Spesso, poi, le cucine più moderne hanno molti spazi aperti e i cassetti si riducono a tre o quattro. Quindi, ordinarli al meglio è fondamentale per avere ordine, pulizia e comodità d’uso. Se siamo davvero in una situazione critica, occorre svuotare completamente i cassetti e ripartire da zero. Altrimenti, basterà qualche accorgimento per sistemare il tutto.

Alla base, non dimentichiamolo, c’è sempre una pulizia profonda. Bisogna eliminare briciole, macchie, residui e polvere così da poter riporre gli oggetti in tutta sicurezza. Un po’ di aceto bianco diluito in acqua oppure del bicarbonato di sodio sono perfetti.

Puoi rivestire l’interno di cassetti e mobili con un foglio di carta decorato: ce ne sono con ogni tipo di decorazione. Ora, è il momento di capire come ordinare i cassetti della cucina.

Organizzare gli utensili in base all’uso

Per riporre in modo funzionale i vari utensili in cucina, puoi partire dal considerarne la frequenza con cui li usi. Il cassetto più alto – quello che si apre più spesso – è adatto alle posate. Grazie agli appositi divisori, dunque, via libera a cucchiai, cucchiaini, coltelli e forchette. Anche i cucchiai di legno e le posate per l’insalata possono essere ritirati qui.

A questo punto, scendendo, metti insieme accessori come grattugia, pelapatate, colini, apriscatole, schiaccianoci, mestoli e simili. Anche i coltelli da cucina che non vanno sulla tavola vanno bene riposti a questo livello.

Nel terzo cassetto, poi, si possono disporre ben piegati grembiuli, canovacci, presine, guanti da forno oltre che tovaglie e tovaglioli. Se hai a disposizione un ulteriore cassetto, solitamente più profondo,  questo è utilissimo per conservare tutti i contenitori per gli alimenti. Ma anche la pellicola trasparente e quella in alluminio. Sempre qui, inoltre, possono essere riposti tutti quei piccoli oggetti– dalle penne alle cannucce – che non si sa mai dove mettere.

Eliminare quello che non serve

Un altro modo per garantirsi l’ordine nei cassetti è quello di eliminare ciò che non serve. Se da anni, per esempio, un mestolo è riposto in fondo senza vedere la luce, forse non ci serve proprio. Perché, allora, conservarlo con il rischio di aumentare il disordine in cucina? La selezione, infatti, è un modo non solo per liberare spazio fisico ma anche per alleggerire la mente. In cucina il “non si sa mai” non vale.

Meglio preferire il criterio dell’omogeneità nella distribuzione dei vari utensili. Sarà infatti assai comodo avere raccolti vicini fra loro gli oggetti che hanno un utilizzo simile. Tazze, mug e ciotoline vanno tenute nello stesso spazio così da essere facilmente raggiungibili. Allo stesso modo, i contenitori per le spezie e le erbe aromatiche, che possono stare in bella vista su una mensola.

 

Ordinare il cassetto dei documenti

Sempre in cucina si può predisporre un cassetto destinato a conservare i documenti. Procuriamoci una scatola e delle cartelline trasparenti in cui riporre i vari fogli. Un bell’elastico, invece, terrà unite le bollette già pagate. Sarà comodo pensare a una chiara etichettatura sui vari contenitori per distinguerne i documenti all’interno.

Le spese legate alla casa, poi, vanno tenute a parte rispetto alle altre ricevute e agli scontrini. E se abbiamo dei figli, predisponiamo un contenitore per ciascuno di loro. I documenti più datati andranno sul fondo del cassetto mentre i più recenti più in alto, a portata di mano. Metti in un punto comodo anche le garanzie dei vari elettrodomestici e i numeri utili. Buon lavoro!

Potrebbero interessarti:

Articolo scritto da Redazione

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!