Pastarelle ripiene

Dei biscotti ripieni facili da fare e golosissimi, con una farcitura di confettura e frutta secca in un guscio di croccante frolla all’olio. Da provare!

Stagione
Tutte le stagioni
Ingredienti
10
Facilità
facile
Pronto in
55 minuti

Pubblicità

In questa ricetta vedremo insieme come preparare dei dolcetti davvero golosi, le pastarelle ripiene. Si tratta di dolci tipici marchigiani che nella mia famiglia prepariamo da sempre nel periodo natalizio. Sono dei biscotti di frolla ripieni di confettura e noci tritate, ideali da gustare sia a colazione o a merenda, sia come dolcetto di fine pasto.

Pastarelle ripiene: come prepararle

Per prepararle si comincia dalla pasta frolla: io ho scelto di fare la mia frolla all’olio, che possiamo stendere subito senza bisogno di farla riposare in frigo. Quindi in una ciotola rompiamo le uova, aggiungiamo lo zucchero e diamo una prima mescolata con una forchetta o con le mani. Uniamo l’olio e la scorza di limone grattugiata e mescoliamo nuovamente, poi il lievito e infine la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare finché l’impasto non diventa consistente. A questo punto lo trasferiamo sul piano di lavoro e continuiamo a impastare fino a raggiungere un panetto liscio e non più appiccicoso.

Possiamo subito stendere la frolla con il mattarello su un foglio di carta forno, dandole una forma a rettangolo stretto e lungo. Dopodiché passiamo alla farcitura: in una metà della frolla spalmiamo la nostra marmellata o confettura preferita (io ho scelto la confettura di frutti di bosco) e poi distribuiamo sopra le noci sminuzzate. Copriamo il ripieno con l’altra metà di frolla, richiudendola sopra e ottenendo così un riquadro, una sorta di crostata coperta rettangolare.

Pubblicità

Dopo aver sigillato bene i bordi, passiamo alla decorazione: spennelliamo la superficie con un po’ d’acqua e cospargiamo la crostata con della granella di zucchero (l’acqua ci aiuterà a farla rimanere attaccata). Ed eccoci pronti per infornare a 170 °C per 25 minuti in forno ventilato.

pastarelle ripiene
Pastarelle ripiene

Una volta cotta la crostata, quando è ancora calda, con un coltello affilato tagliamola in tanti rombi o quadratini, per ricavare quelle che saranno le nostre pastarelle ripiene. Sistemiamo questi biscotti nuovamente nella teglia e facciamogli fare una seconda cottura, stavolta a 180 °C per 8-10 minuti.

Come e quando gustarle

Questi golosi biscotti di frolla ripieni sono perfetti in ogni momento: colazione, merenda, un tè con gli amici, ma anche come dolcetto per il dopo cena. Insomma, sono una coccola dolce passepartout che vi consiglio di provare.

Pubblicità

Se li prepariamo nel periodo delle Feste, questi dolcetti possono essere anche un’idea regalo natalizia davvero golosa e originale. Li possiamo mettere sia in un barattolo di vetro, sia confezionarli con il cellophane per pacchetti regalo, e decorare con qualche fiocco o coccardina. Faranno un figurone sotto l’Albero!


Pronti a vedere passo passo come preparare le pastarelle ripiene? Cominciamo subito e come sempre vi aspetto nei commenti per conoscere le vostre impressioni e vedere le foto dei vostri dolcetti!

Preparazione
20 minuti
Cottura
35 minuti
Tempo totale
55 minuti

Il Libro d’Oro

Tutte le mie ricette più amate

Ingredienti

Dosi per persone 8 persone

per la pasta frolla

  • 3 uova
  • 150 g zucchero
  • 120 g olio di semi
  • 1 limoni la scorza grattugiata
  • 500 g farina 00
  • 8 g lievito per dolci

per la farcitura

  • 250 g confettura di frutti di bosco o altra confettura a piacere
  • 50 g noci tritate

per decorare

  • acqua q.b. per spennellare
  • granella di zucchero q.b.

Dosi calcolate sulla ricetta originale (per 8 persone)

Gli utensili di Benedetta

Bilancia digitale

Bilancia da cucina digitale ad alta definizione che tiene 1 grammo di pesata minima, con display LED ripiegabile a scomparsa. Dispone di 3 unità di misura: grammi, once e millilitri, perfetta per misurare con precisione ingredienti solidi e liquidi. Ha una capacità massima di misurazione di 5 kg. Abbinata una ciotola in acciaio inox 18/10 igienico.

€ 19,90 Compra ora

Pennello in silicone 26cm grigio scuro

Pennello da cucina grigio scuro in silicone alimentare igienico. Utile per ungere teglie e stampi, spennellare e laccare i cibi, inzuppare pan di Spagna e paste biscotto. Lavabile anche in lavastoviglie. 

€ 7,90 Compra ora

Teglia per torta furba

In alluminio di produzione artigianale e saldata a mano. Ha una dimensione di 35×35 cm e l’impasto, dolce o salato, aderisce alla superficie in modo perfetto, grazie agli spigoli vivi di cui è dotata.

€ 16,90 € 14,90 Compra ora

Pubblicità

Preparazione

Come fare: Pastarelle ripiene

Pastarelle ripiene - Step 1

Per prima cosa prepariamo la pasta frolla: in una ciotola rompiamo le uova, aggiungiamo lo zucchero, la scorza grattugiata del limone e mescoliamo bene.

Pastarelle ripiene - Step 2

Uniamo l’olio e il lievito.

Pastarelle ripiene - Step 3

Ora aggiungiamo la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare con le mani o una forchetta fino a che l’impasto non prende consistenza.

Pastarelle ripiene - Step 4

A questo punto spostiamo l’impasto sul piano infarinato e continuiamo a lavorarlo.

Pillola furba

  • Se occorre, aggiungiamo un pochino di farina.
Pastarelle ripiene - Step 5

Una volta ottenuto un panetto liscio, omogeneo e non appiccicoso, stendiamolo con il mattarello su un foglio di carta forno lungo circa 60-70 cm ben infarinato, fino a formare un lungo rettangolo di frolla dello spessore di circa mezzo cm. Poi aiutiamoci con il mattarello per regolarizzare i bordi.

Pastarelle ripiene - Step 6

Su metà rettangolo di frolla spalmiamo la confettura di frutti di bosco.

Pubblicità

Pastarelle ripiene - Step 7

Distribuiamo sopra le noci tritate.

Pastarelle ripiene - Step 8

Richiudiamo con l’altra metà di frolla, sovrapponendola bene e poi sigillando con le dita lungo i bordi.

Pastarelle ripiene - Step 9

Prendiamo una teglia (o la placca del forno) e spostiamo la frolla ripiena lasciandola sulla carta forno. Bucherelliamo la superficie con i rebbi di una forchetta, in modo che non si gonfi in cottura.

 

Pastarelle ripiene - Step 10

Ora spennelliamo tutta la superficie con dell’acqua.

Pastarelle ripiene - Step 11

Decoriamo con la granella di zucchero e inforniamo in forno già caldo ventilato a 170 °C per 25 minuti.

Pastarelle ripiene - Step 12

Una volta cotta la crostata, tagliamola in tanti piccoli rombi (oppure quadrati) quando è ancora calda, per ricavare tanti biscotti ripieni, poi rimettiamo la teglia in forno e facciamo cuocere per altri 8-10 minuti stavolta a 180 °C.

Pastarelle ripiene - Step 13

Ed ecco pronte le nostre pastarelle ripiene, golose e fragranti!

Consigli

Dalle mie parti, la farcitura delle pastarelle ripiene si fa tradizionalmente con la confettura di fichi e un cucchiaio di cacao amaro. Ma possiamo farla anche con un mix di marmellate, ad esempio se le abbiamo in casa aperte e dobbiamo consumarle.

Si possono poi aggiungere al ripieno anche dei canditi, dei pinoli o altra frutta secca come granella di nocciole o di mandorle. E se invece non ci piace molto la marmellata, usiamo la golosissima Nutella.

Riguardo la frolla, possiamo anche preparare la frolla senza uova, come in questa ricetta, oppure preparare una classica frolla al burro sostituendo l’olio con 140 grammi di burro (ma in questo caso è meglio se facciamo riposare la frolla in frigo per 20-30 minuti prima di stenderla).

Per quanto riguarda la decorazione, al posto della granella di zucchero si possono utilizzare gli zuccherini colorati, altrettanto carini e scenografici, o delle lamelle di mandorla.

Vogliamo ottenere delle pastarelle belle dorate? Spennelliamo con un po’ d’uovo invece che con l’acqua!

Conservazione

Le pastarelle ripiene si conservano bene per diversi giorni, anche 10-15, se le teniamo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica o in un sacchetto per alimenti.

 

Pubblicità

Pubblicità

Valuta la ricetta

3.81

129 voti

Esprimi il tuo voto

Commenti (2)

Scrivi un commento
  • abbateanna66icloud-com

    Cosa uso se non ho il lievito per dolci?

    2 Dicembre 2023 Rispondi

    • Benedetta Rossi

      Ciao, puoi sostituire 8 g di lievito per dolci con 4g di cremor tartaro + 2g di bicarbonato 😊

      2 Dicembre 2023 Rispondi

Nessun file selezionato Seleziona foto

Pubblicità

Benedetta Rossi

Pastarelle ripiene

Nessun file caricato Carica la foto

Fatte in casa da voi

Carica una foto e condividi il risultato

Al momento non ci sono immagini delle vostre ricette

Caricate una foto e condividete il risultato

Carica la tua foto

Pubblicità

Benedetta Rossi

Pastarelle ripiene

Torna su