INVOLTINI DI POLLO SENZA NICHEL

 

Ecco una semplice e veloce ricetta per preparare dei gustosi involtini di pollo. Così piccoli da potere essere usati sia come un secondo piatto sia come antipasto per una cena con gli amici.

  • Tempo Preparazione Tempo di preparazione: 15 min
  • Tempo Cottura Tempo di cottura: 1h 20 min
  • Pronto in Pronto in: 1h 35 min
INVOLTINI DI POLLO SENZA NICHEL Tempo Preparazione
INVOLTINI DI POLLO SENZA NICHEL

INGREDIENTI

  • 500 grammi filetto di pollo in fette tagliate sottili
  • 120 grammi formaggio spalmabile senza lattosio
  • 150 grammi prosciutto crudo
  • 120 grammi polpa di zucca
  • sale e pepe
  • 1 spicchio aglio
  • 1/2 scalogno
  • olio extravergine d'oliva
  • stuzzicadenti

PROCEDIMENTO

  1. Il primo passo che devi compiere è il prendere una ciotolina e versarci il formaggio senza lattosio, la polpa di zucca e un pizzico di sale. Potresti anche decidere di non inserire la zucca e aumentare la quantità di formaggio, ma se decidessi di inserire la polpa cuoci nel forno le fette di zucca, con una copertura di carta forno, per circa un'ora a 150 gradi. Unisci i due prodotti fino a fare diventare il composto di colore arancione chiaro uniforme, così da evitare di cucinare involtini che sanno più di formaggio o più di zucca rispetto agli altri.
  2. Prendere il filetto di pollo, che hai fatto tagliare in modo sottile, e forma delle striscioline da mettere sul piatto o sul tagliere. A seconda dei gusti puoi scegliere di utilizzare il tacchino o il manzo ma fai sempre attenzione che il taglio sia sottile in modo da permettere la migliore cottura possibile in poco tempo e di gustare al meglio il ripieno degli involtini. Metti un po' di sale sulla carne solo se ti piace cucinare molto saporito perché gli ingredienti già contengono un sapore intenso. A questo punto spalma il composto che hai preparato in modo uniforme creando uno strato piano. Prendi una fettina di prosciutto crudo e tagliala in modo da coincidere con le dimensioni della fettina di carne. Adesso due piccoli consigli. Il primo è quello di fare attenzione alla presenza del grasso del prosciutto che non piace a tutti, al tempo stesso la sua assenza significherebbe una maggiore presenza di prosciutto con la sua caratteristica salatura e quindi bisogna equilibrare la presenza del sale. L'altro consiglio è di ricordare che alcuni tipi di prosciutto crudo contengono nichel. Gli intolleranti a questa sostanza sono in continua crescita quindi è meglio, soprattutto se hai degli ospiti, scegliere un tipo di prosciutto che ne sia privo per evitare ogni tipo di problema.
  3. Arrotola gli involtini di pollo e chiudili utilizzando uno stuzzicadenti in modo che non si possano aprire durante la cottura. Prendi una padella piuttosto capiente e versa l'olio, l'aglio intero e il mezzo scalogno tagliato a dadini. Consiglio dello chef: se hai difficoltà a digerire l'aglio è sufficiente che tu lo tagli a metà perpendicolarmente e togli l'anima che è la parte che crea difficoltà. Adesso puoi poggiare gli involtini nella padella e farli rosolare a fuoco medio in modo da uniformare il colore della carne. A questo punto abbassa la fiamma e metti il coperchio per la seconda fase della cottura che durerà non meno di 20 minuti. Infatti le carni bianche hanno bisogno di una cottura completa per evitare problemi di tipo igienico. Il tempo necessario per cuocere gli involtini di pollo varia molto in base a differenti particolari. Il primo è sicuramente lo spessore della carne. Il tipo di padella, col fondo più o meno alto, è un'altra variabile della quale tenere conto. Infine la forza della fiamma del tuo fornello e visto che è fondamentale cuocere correttamente le carni bianche. Tieni sul fuoco gli involtini di pollo per tutto il tempo necessario senza però esagerare altrimenti la carne diventerebbe secca rendendo l'involtino poco gustoso. Ora puoi servire gli involtini su di un vassoio unico da cui ogni ospite può servirsi oppure poggiarli su ogni piatto con un contorno a scelta.Arrotola gli involtini di pollo e chiudili utilizzando uno stuzzicadenti in modo che non si possano aprire durante la cottura. Prendi una padella piuttosto capiente e versa l'olio, l'aglio intero e il mezzo scalogno tagliato a dadini. Consiglio dello chef: se hai difficoltà a digerire l'aglio è sufficiente che tu lo tagli a metà perpendicolarmente e togli l'anima che è la parte che crea difficoltà. Adesso puoi poggiare gli involtini nella padella e farli rosolare a fuoco medio in modo da uniformare il colore della carne. A questo punto abbassa la fiamma e metti il coperchio per la seconda fase della cottura che durerà non meno di 20 minuti. Infatti le carni bianche hanno bisogno di una cottura completa per evitare problemi di tipo igienico. Il tempo necessario per cuocere gli involtini di pollo varia molto in base a differenti particolari. Il primo è sicuramente lo spessore della carne. Il tipo di padella, col fondo più o meno alto, è un'altra variabile della quale tenere conto. Infine la forza della fiamma del tuo fornello e visto che è fondamentale cuocere correttamente le carni bianche. Tieni sul fuoco gli involtini di pollo per tutto il tempo necessario senza però esagerare altrimenti la carne diventerebbe secca rendendo l'involtino poco gustoso. Ora puoi servire gli involtini su di un vassoio unico da cui ogni ospite può servirsi oppure poggiarli su ogni piatto con un contorno a scelta.

Articolo scritto da Polvere di Riso

Lascia un commento

Hai provato la ricetta? Fai sapere a Benedetta come ti è venuta! Hai dubbi? Chiedi e lei ti risponderà!