COME IMPACCHETTARE I REGALI CON MATERIALI DI RICICLO

Oggi vi spiegherò come impacchettare i regali con materiali di riciclo. Il giorno di Natale sta arrivando e presto ci ritroveremo a scartare tantissimi regali. Per i bambini è una grande emozione…ma diciamoci la verità, lo è anche per noi che bambini non lo siamo più! La nonna ha il suo scialle nuovo, la zia è felice con il suo nuovo profumo e i bambini urlano di gioia per i giocattoli ricevuti…intanto per terra si crea un cumulo di carta pronta per andare diritta nella spazzatura. Non so a voi ma a me questa situazione dispiace un po’: in un’epoca in cui tutti facciamo attenzione alla salvaguardia dell’ambiente vedere questo spreco di carta è davvero un peccato! Da qualche anno ho sperimentato un nuovo modo per incartare i regali di Natale con carta di recupero: carta di quotidiani, riviste, fumetti, vecchi libri, insomma se ci guardiamo intorno abbiamo a disposizione tantissima carta che possiamo riutilizzare senza bisogno di comprare la classica carta da regalo. Riciclando la carta “vecchia” non solo aiutiamo l’ambiente ma faremo delle confezioni regalo belle e originali.

LA CARTA

In casa siamo letteralmente circondati dalla carta: quotidiani, riviste, vecchi fumetti, libri che ormai non leggiamo più e gli immancabili volantini del supermercato. Perché allora non usare questa carta per incartare i regali? I fogli dei quotidiani sono perfetti per questo scopo; hanno grandi dimensioni e anche usati in semplicità, magari con un bel nastro rosso, rendono interessante qualsiasi regalo. Questa carta è anche perfetta per essere decorata: ritagliamo dalle riviste delle immagini e usiamole per personalizzare i nostri pacchetti fatti con carta di giornale. Addirittura chi è bravo con pennelli e colori  può disegnare sulla carte di giornale dei decori…trasformando così un semplice pacco regalo in una vera e propria opera d’arte. La carta dei fumetti è perfetta invece per creare un pacchetto destinato a un bambino; l’anno scorso ho incartato così i regali per i miei nipoti…non vi dico la loro felicità già solo a vedere i pacchetti! Anche la “triste” carta da imballaggio (quella marroncina che compriamo in tutte le cartolerie per pochissimi euro) è perfetta per incartare i regali; paradossalmente sta diventando quasi una moda e anche i negozi più lussuosi utilizzano questa carta povera per incartare gli oggetti più preziosi.

FIOCCHI E NASTRI

Fatto il pacco, non ci rimane che abbellirlo con nastri e fiocchi…ovviamente sempre eco-sostenibili! Anche in questo caso quello che ci serve lo possiamo trovare in casa! Bottoni, tappi di sughero, pigne, frutta secca, fiori secchi, vecchie cartoline, foto…insomma con un po’ di buon gusto e creatività possiamo decorare il pacchetto rendendolo davvero unico. Non volete rinunciare al classico fiocco? Cercate nella scatola del cucito, sicuramente troverete dei nastri che possono trasformarsi in un bellissimo fiocco. Il cucito non è il vostro forte? Non possedete una scatola del cucito? Aprite allora la cassetta degli attrezzi e troverete il classico spago da imballaggio…anche il “triste” spago marroncino sta diventando una vera e propria moda e sempre più spesso si vedono pacchi regalo realizzati con questo decoro. Le mie proposte finiscono qui, ma se voi avete altre idee per impacchettare i regali in modo eco-sostenibile scrivetemeli giù nei commenti, sono davvero curiosa di leggerli.

 

Articolo scritto da Benedetta

Lascia un commento

Discuti di questo articolo con gli altri utenti della community!